Perforazione Pozzi artesiani a Reggio Emilia

elettropompe

Dal 1966 la ditta Sassi Roberto con sede a Reggio Emilia, opera al servizio di enti e privati per la progettazione e costruzione di pozzi artesiani.

La ditta è specializzata prevalentemente nella costruzione di pozzi per acqua, tenendo conto dei fattori che determinano e garantiscono il miglior funzionamento possibile del pozzo. Una volta raggiunta la falda acquifera mediante uno scavo è necessario utilizzare una elettropompa sommersa a motore per estrarre l’acqua.

Nel caso però che l’acqua però che l’acqua entri nella falda in una posizione più alta rispetto a quella del foro di uscita, questa tenderà a zampillare spontaneamente per portarsi allo stesso livello del punto di entrate, secondo il principio dei vasi comunicanti.

 

Il pozzo artesiano è ideale per…

perforazione pozzi

I pozzi artesiani della ditta Sassi Roberto, sono realizzati con la tecnica di lavorazione a rotopercussione e distribuzione del nucleo con martello fondo foro o con scalpello. Il pozzo artesiano è un pozzo ideale per chi deve prelevare ingenti quantità di acqua per uso civile, industriale, agricolo, antincendio e acquedotti stico, poiché emunge acqua direttamente dalle falde acquifere in profondità.

La realizzazione di questo tipo di pozzo è legata ad alcuni permessi che l’utente dovrà richiedere alla provincia. La normativa comunque prevede il diritto del proprietario del terreno di estrarre ed utilizzare le falde acquifere presenti sotto il suo terreno, purchè il pozzo venga realizzato secondo specifiche tecniche dettate dalla legge.

La tecnologia per l’acqua

Un impianto che sintetizza a livello tecnologico la grande esperienza che è stata accumulata in una ventina di anni di scavi e di studi da Sassi Roberto, permette alla sua ditta di perforare senza troppa difficoltà le varie formazioni rocciose e argillose che sono presenti nel territorio della provincia di Reggio Emilia.

Grazie a questa invenzione, avviene il vero e proprio salto di qualità dell’azienda, che attualmente riesce a svolgere quasi 300 perforazioni all’anno e la stragrande maggioranza di queste hanno esito positivo.

 

Share by: